AIM Ambiente

02/04/2019

Anche AIM Ambiente al primo Smart Reuse Park italiano

Dal 2 al 4 aprile si svolge a Vicenza il 3° meeting transnazionale del progetto Interreg SURFACE , organizzato da Cooperativa sociale Insieme in qualità di partner di progetto. SURFACE mira a migliorare la gestione ambientale e la qualità della vita nelle aree urbane attraverso la creazione di Parchi di Riuso Intelligenti (Smart Reuse Parks).

In via Dalla Scola, sede della cooperativa, 40 rappresentanti di imprese sociali, istituti di ricerca, multiutility, istituzioni locali e consorzi di settore provenienti da Austria, Germania, Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria, Slovenia, Croazia, Belgio e Italia (Vicenza e Rimini nello specifico) si riuniscono per confrontarsi sul recepimento del recente "Pacchetto sull'Economia Circolare" della Comunità Europea; in particolare su come definire le migliori azioni per lo sviluppo di strategie integrate di riuso e preparazione al riutilizzo nei piani di riduzione e gestione dei rifiuti. Il meeting è l’occasione per la presentazione delle azioni pilota locali che vedono coinvolti anche il Comune di Vicenza, Aim Ambiente e Legambiente Vicenza.

Oggi è stato quindi descritto il primo Smart Reuse Park italiano, cioè una rete di strutture, servizi e relazioni tra imprese sociali, settore pubblico, aziende private, associazioni e cittadinanza che consente la riduzione degli sprechi e l'ottimizzazione delle risorse attraverso le attività di riutilizzo e preparazione al riutilizzo, azioni fortemente connesse al riciclo. Lo Smart Reuse Park della provincia di Vicenza è una rete territoriale, quindi un luogo sia fisico che virtuale, che comprende due centri del riuso, reti di riparatori locali, “repair cafè” con laboratori di autoriparazione, negozi dell’usato e recupero oltre che alcuni ecocentri della provincia,.

Tra gli altri relatori, questa mattina e intervenuto anche Ruggero Casolin, direttore di AIM Ambiente, spiegando come il riuso sia l’attività complementare al riciclo, così come la continua implementazione del sistema di raccolta ha portato AIM Ambiente a dimezzare dal 2010 ad oggi la quantità di rifiuti non differenziati, anche attraverso i 4 ecocentri cittadini e la recente iniziativa denominata “ecomobile”.

Il progetto SURFACE, che vedrà nei prossimi mesi altre attività di sviluppo e condivisione con la città e la provincia, si concluderà a giugno 2020.