AIM Ambiente

LA RACCOLTA DEL RESIDUO

Nel residuo va gettato tutto ciò che non è possibile inserire nei contenitori dedicati alla raccolta differenziata. A titolo esemplificativo, sebbene non esaustivo, elenchiamo di seguito cosa gettare e cosa non gettare nel residuo.

COSA GETTARE

  • carta accoppiata o sporca
  • matite, pastelli, penne e pennarelli
  • mollette per i panni
  • accendini e mozziconi di sigaretta
  • musicassette, videocassette, cd e dvd
  • nastro adesivo
  • pannolini e assorbenti
  • sacchetti dell’aspirapolvere
  • polveri
  • ceramica
  • porcellana
  • lampadine a incandescenza
  • calze in nylon
  • tutto ciò che non è possibile inserire nella raccolta differenziata

COSA NON GETTARE

  • carta, cartoni, ecc…
  • vetro
  • metallo
  • organico
  • plastica
  • verde
  • indumenti usati
  • elettrodomestici, giocattoli e oggetti elettronici
  • lampadine a basso consumo
  • pile
  • farmaci
  • oggetti ingombranti
  • imballaggi recuperabili
    (es. polistirolo, cassette della frutta in plastica, nylon in film, ecc...)

DOVE GETTARE IL RESIDUO

Il sistema di raccolta è diversificato a seconda delle zone di residenza.

PORTA A PORTA

Il servizio di raccolta “porta a porta” è attivo per l’intero anello esterno del territorio comunale e per i quartieri periferici. Il sistema prevede anche l'utilizzo di contenitori domiciliati da 120 litri, dotati di microchip di riconoscimento.

CASSONETTI STRADALI

Laddove le caratteristiche urbanistiche non consentano il servizio porta a porta, è attiva la raccolta mediante cassonetti stradali, di colore grigio e di differenti volumi.
Nell'ambito del progetto di qualificazione ed incremento della raccolta differenziata, è in atto la progressiva introduzione di cassonetti con coperchi bloccati e apertura mediante chiave magnetica di riconoscimento. Tale dispositivo, definito comunemente calotta, impedisce l’introduzione di rifiuti ingombranti e permette l’accesso ai soli utenti residenti e in possesso di chiave magnetica.

In centro storico, dove la viabilità è ridotta, vi sono contenitori di dimensioni inferiori o bidoni di colore grigio scuro.

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA È OBBLIGATORIA!

Ordinanza del Sindaco del 18/05/2011 P.G.N. 34529 e Delibera di Giunta Comunale n. 147 del 18/05/2011


Con una raccolta differenziata corretta, si evitano le sanzioni previste dalla legge.

A Vicenza, infatti, sono in vigore norme che prevedono:

  • l’obbligo di effettuare la raccolta differenziata
  • il divieto di conferire i rifiuti in maniera non appropriata
  • il divieto di abbandono dei rifiuti
  • il divieto di conferimento di rifiuti da parte di non residenti.

Sul territorio comunale è attiva la videosorveglianza gestita dal Comando di Polizia Municipale.