AIM Ambiente

15/05/2020

AIM Ambiente riprende il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti a domicilio

Dopo la pausa imposta dal blocco degli spostamenti, AIM Ambiente riprende in questi giorni la raccolta dei rifiuti ingombranti a domicilio, curata in collaborazione con la Cooperativa Insieme.

In questa settimana, infatti, si è iniziato a dare seguito alle richieste a suo tempo sospese, mentre da lunedì 18 maggio sarà di nuovo possibile prenotare il ritiro telefonando al numero verde 800 748746, da martedì a venerdì dalle 8 alle 12, il lunedì e il martedì dalle 13 alle 17.

Come si può facilmente immaginare, nella prima fase i tempi di intervento per il ritiro saranno giocoforza più dilatati, in considerazione del fatto che sono ancora molte le domande rimaste inevase a causa dello stop forzato, e che in questi giorni saranno altrettanto numerose le richieste di uscita.

La Cooperativa Insieme, per far fronte con efficienza a questa ripresa, ha rinforzato i turni di presenza al centralino e aumentato gli operatori addetti al servizio, ma sarà comunque necessaria la collaborazione e la comprensione da parte degli utenti sui tempi di evasione delle richieste.

Inoltre, a tutela degli utenti, gli operatori addetti alla raccolta indosseranno, oltre alle consuete protezioni infortunistiche, anche guanti e mascherina. Maggiori informazioni sulle modalità di ritiro saranno fornite direttamente dagli operatori della Cooperativa Insieme.

Durante le fasi di prelievo, nei locali interessati non dovrà essere presente più di una persona, in modo da garantire il mantenimento delle distanze di sicurezza.

Il servizio non potrà essere fornito ad utenze che presentino casi di positività al Covid-19: il mancato rispetto di tale disposizione non potrà non essere segnalato alle autorità.

Il servizio di raccolta rifiuti ingombranti a domicilio è gratuito, è riservato alle utenze domestiche del comune di Vicenza, e prevede un’uscita a bimestre per un massimo di 5 pezzi per volta e 30 pezzi in tutto l’anno. È infine il caso di ricordare che non si tratta di un'attività di sgombero di cantine o soffitte.